Logo Granterre

Cosa mangiamo a Pasqua? Idee e consigli per un pranzo tradizionale

Pensate a un pranzo di Pasqua da veri chef, ma non avete idee? Ecco qualche consiglio semplice e gustoso per portare in tavola il meglio dei sapori della cucina italiana e stupire tutti i vostri ospiti, con un menu di Pasqua facile ed economico.

Ricette di Pasqua: inizia tutto…dagli antipasti

 

Per un menu di Pasqua che si rispetti non possono mancare dei golosi e sfiziosi antipasti

Ecco qualche proposta per stimolare l’appetito di tutti, preparando stomaco e palato alle bontà che arriveranno nel corso del pranzo o della cena. Iniziate con una soffice torta salata con ricotta e spinaci. Un abbinamento classico tradizionale, da proporre e servire a pezzettini come bocconcino e finger food, anche quando gli invitati sono ancora tutti in piedi, senza appesantire e con un tocco di leggerezza. Una chicca? Utilizza la pasta fillo, per una versione più leggera ma appagante. Come alternativa puoi proporre anche un’altra ricetta sempre per una gustosa torta salata, con cime di rapa e feta light. Provala!

Se ami l'avocado, puoi fare assaggiare qualcosa di diverso dal solito ai tuoi commensali. Prova a realizzare un avocado toast, una ricetta semplice ma ricca di sapore, in cui l'uovo assume il ruolo di protagonista, creando un piatto ideale per l’occasione. In più puoi aggiungere dei buonissimi salumi, come il prosciutto crudo o il cotto da unire all’avocado toast a seconda dei gusti. Se no prepara dei taglieri con anche tanti altri salumi assortiti, come salame, mortadella e tacchino arrosto per dare ampia scelta e far gustare tante varianti. Se vuoi restare ancora su qualcosa di più tradizionale puoi preparare delle classiche bruschette sfiziose, con pomodorini e basilico oppure con burro e acciughe, irresistibili per gli amanti dei sapori mediterranei.

Puoi seguire anche la tradizione ligure, che in questo caso offre un’idea che calza a pennello, facendo una farinata di ceci, insieme a pepe, cipolle, feta, oppure con pesto di basilico e Parmigiano Reggiano DOP o Pecorino Romano DOP, per un connubio di sapori unico. 

Per arricchire ulteriormente puoi sperimentare con una salsa ai carciofi e yogurt, accompagnata da crostini, pane tostato o friselle.

 

Primi pasquali

 

Il consiglio principale, se si parla di primi piatti, è quello di realizzare la pasta all’uovo fatta in casa. In Italia soprattutto, è un must tradizionale inevitabile. Se riesci falla direttamente tu, altrimenti puoi rivolgerti a un pastificio o un forno specializzato. Realizza ad esempio delle ottime tagliatelle o pappardelle, al ragù classico oppure al ragù di cinghiale, da arricchire con Parmigiano Reggiano 40 mesi a pioggia.

Per un’alternativa più leggera e meno classica, puoi condire le tue tagliatelle all'uovo con asparagi, gamberi e curcuma, perfette per chi ama sperimentare combinazioni di sapori sorprendenti. Per chi vuole stupire con l’originalità, il consiglio è quello di fare delle lasagne diverse dal solito, con ricotta, melanzane e prosciutto cotto. Se hai meno tempo a disposizione prepara un bel primo di pastasciutta classico, con un sugo della tradizione romana ad esempio, o di altre regioni ricche di condimenti gustosi perfetti per la pasta.

Infine, per chi ama il brodo, puoi realizzare una classica minestra in brodo come i tortellini, i cappelletti o i passatelli, tipici dell’Emilia Romagna. Il brodo in questo caso è molto importante, di cappone o di pollo dev’essere realizzato con tutto il tempo necessario.

 

 

 

 

Alcune idee di secondi piatti di Pasqua

 

Passiamo ora ai secondi piatti pasquali, con la prima proposta, non tipicamente italiana ma comunque adatta al momento: il filetto alla Wellington. Oltre al sapore prelibato del filetto di manzo, la croccante pasta fillo avvolge la carne conferendogli eleganza e completezza. Il gusto della senape renderà tutto più saporito e, vedrai, i tuoi commensali saranno stupiti da questa proposta insolita. Seguire la ricetta passo per passo, nel caso di questo piatto è una cosa fondamentale per ottenere un buon risultato di consistenze e gusto. 

Se vuoi restare sul classico, gli amanti delle polpette non potranno resistere a delle fantastiche polpette classiche, o di pollo, insieme ai funghi, da abbinare a un cremoso purè di patate. Sorprendentemente più leggera di quanto si possa immaginare, questa ricetta è consigliata per chi cerca secondi di Pasqua gustosi ma equilibrati.

Uno spezzatino? Un altro classico con cui non puoi sbagliare. Scegli carne di qualità e lascia cuocere per tutto il tempo necessario, senza fretta, per avere un risultato morbidissimo, una tenerezza tale che la carne si scioglierà letteralmente in bocca. Insieme alla carne puoi unire i piselli oppure le patate.

Se vuoi variare un po’, o offrire due alternative di secondi, puoi realizzare anche un polpettone misto, da avvolgere con fette di pancetta o di prosciutto crudo e da abbinare a verdure grigliate o gratinate al forno. 

 

I dolci pasquali, per finire al meglio

 

Arriviamo a un momento atteso da tanti, per tutto l’anno! I dolci sono una prelibatezza golosa ai quali molti fanno fatica a dire di no, soprattutto a Natale e a Pasqua. Andiamo a vedere insieme i dolci di Pasqua più famosi e più consumati lungo lo stivale.

Prima di tutto, uno dei dolci più emblematici è ovviamente la colomba pasquale, un soffice e profumato lievitato a forma di colomba, simbolo di pace e speranza. Questo dolce, simile al panettone natalizio, è riccamente decorato con glassa e mandorle, e la sua consistenza morbida e fragrante lo rende perfetto per essere condiviso durante le festività. C’è chi lo intinge nel caffè a fine pasto, chi fa il bis a colazione il giorno dopo, chi lo mangia come merenda e chi lo accompagna con una crema al mascarpone… ognuno a modo suo!

Un altro dolce tipico è la pastiera napoletana, originaria della Campania. La pastiera è una torta rustica preparata con un ripieno ricco a base di ricotta, uova, zucchero e grano cotto. La sua crosta friabile racchiude un interno cremoso e aromatico, spesso arricchito con scorza d'arancia e fiori d'arancio. Viene tradizionalmente preparata in occasione della Settimana Santa e rappresenta un simbolo di rinascita e fertilità.

Un altro elemento iconico della Pasqua di tutto noi? Le uova di cioccolato. Coniglietti, agnellini, soldi di cioccolato e tantissime uova riempiono le vetrine delle pasticcerie, deliziando sia i bambini che gli adulti. La tradizione di scambiarsi uova di cioccolato risale a secoli fa e simboleggia la rinascita e la vita nuova.

Fondenti o al latte? Ognuno ha le sue preferenze, e non c’è cucina o casa che non le riproponga, anche nei giorni successivi alla pasqua, in tante diverse varietà.

In molte regioni è comune preparare anche tanti altri dolci tipici locali durante le festività pasquali. In Sicilia ad esempio le cassate e i cannoli fanno da protagonisti. Le cassate sono torte ricche e decorate con glassa colorata, canditi e frutta secca, mentre i cannoli sono croccanti gusci di pasta fritti, riempiti con una cremosa miscela di ricotta dolce, zucchero e vaniglia.

Il consiglio è quello di provare a preparare a casa uno di questi dolci, da servire a fine pasto, altrimenti andare a esplorare nella pasticceria di fiducia e stupire tutti con un gran finale!

 

 

 

 

 

video cover
I nostri ultimi consigli
image Aperitivo originale per stupire i tuoi ospiti
Tutorial
Aperitivo originale per stupire i tuoi ospiti
Scopri di più
image Carbonara Day, scopri tutti i trucchi per una carbonara alternativa impeccabile
Momenti speciali
Carbonara Day, scopri tutti i trucchi per una carbonara alternativa impeccabile
Scopri di più
image Festa del papà, idee per stupire i papà con un menù unico e originale.
Momenti speciali
Festa del papà, idee per stupire i papà con un menù unico e originale.
Scopri di più
image Antipasti di Natale facili da preparare per cuochi inesperti
Momenti speciali
Antipasti di Natale facili da preparare per cuochi inesperti
Scopri di più