Logo Granterre

5 ricette di Natale per tutta la famiglia

5 ricette di Natale per tutta la famiglia

È arrivato il Natale! Anche se sei alle prese con l’ultimo addobbo da mettere sull’albero, apri le porte di casa e lasciati trasportare dalla magia inconfondibile dell’aria natalizia. Tra luminarie e tavole imbandite di leccornie, riscopri il valore della condivisione attraverso il buon cibo. In fondo, il Natale è la madre di tutte le festività, quindi, mettiti comodo e scopri insieme a noi 5 ricette che sicuramente metteranno tutti i tuoi ospiti d’accordo. Dagli antipasti al dolce, passando per l’immancabile primo piatto, il tuo palato e quello di tutti i tuoi commensali sarà coccolato per bene, perché alla fine è Natale anche per le tue papille gustative.

Antipasti di Natale

 

L’antipasto è il biglietto da visita di ogni pranzo e di ogni cena. Quindi, la domanda sorge spontanea: quali sono i piatti giusti per aprire le danze durante il pranzo più importante dell’anno? Cominciamo con un buon pan brioche da far leccare i baffi: il mitico Danubio salato.

 

 

Il Danubio salato

 

Questa prelibatezza è un famoso rustico della cucina partenopea ed è estremamente apprezzato anche dai più piccoli. Inoltre, è l’ospite più desiderato da mettere in tavola durante le feste, in particolare a Natale. Bocconcino dopo bocconcino, da staccare rigorosamente con le mani, questo rustico dona al palato un succulento sapore di formaggio e prosciutto cotto, ingredienti base dello speciale “babà salato”. Questa saporita invenzione la si deve al pasticciere calabrese Giovanni Scaturchio, il quale nel 1920 apre la propria pasticceria in Piazza San Domenico Maggiore a Napoli, facendone una vera e propria istituzione culinaria cittadina. Grazie al suo matrimonio con una donna di Salisburgo le sue creazioni gastronomiche sono state influenzate dalle antiche Konditorei (pasticcerie) austriache. Nasce così uno strano tipo di brioche composto da varie palline tutte ravvicinate tra loro farcite con ogni tipo di ghiottoneria, sia dolci che salate. Il nome originario sarebbe “Buchteln”, ma ai napoletani viene presentato come Danubio.

Per la realizzazione di questo rustico bisogna cominciare dall’impasto. Una volta ottenuto un composto liscio ed omogeneo, dovrai trasferire il tutto in un’ampia boule per favorire la lievitazione. Dopodiché, dai sfogo alla tua fantasia e inizia a preparare la farcia sminuzzando i salumi prescelti. L’ideale sarebbe un buon prosciutto cotto dal sapore dolce e succulento o, per gli amanti dei sapori più sapidi, si potrebbe optare per un eccellente Speck Alto Adige IGP. L’abbinamento perfetto, per dare la giusta dose di golosità al tuo Danubio, non può prescindere dalla scelta dei formaggi da abbinare alla farcia con i salumi. I formaggi più indicati sono l'Asiago DOP per dare morbidezza e leggerezza all’impasto o, una generosa dose di Parmigiano grattugiato  per rendere ancora più “peccaminoso” il soffice rustico.

 

 

 

Panettone gastronomico al prosciutto e formaggio

 

Un antipasto natalizio, ricco, maestoso, versatile nella farcitura e che otterrà sicuramente il consenso di tutti, è il panettone gastronomico, immancabile protagonista della tavola natalizia. La sua realizzazione, lenta e non semplice, viene compensata dal gusto irresistibile e dal sapore unico che ti dona.

Denominato “panettone” per la sua forma, quello salato funge da antipasto sulle tavole natalizie.

Il panettone gastronomico ha origini antiche. Un po’ dimenticato dalle ultime generazioni, attualmente vive nuovi momenti di gloria, perlopiù grazie a trasmissioni televisive culinarie che hanno messo in risalto il suo sapore e gusto inimitabile.

L’impasto di base è quello del panettone classico senza l’aggiunta di canditi ed uvetta, ma con l’introduzione di ingredienti sapidi che rendono questo pan brioche idoneo ad essere consumato come aperitivo o antipasto. La personalizzazione del panettone gastronomico è proprio nella farcitura, che può variare dalla scelta di formaggi semi stagionati a salumi di eccellenza, all’introduzione di salse piccanti e gustose. La varietà delle farciture soddisferà il palato di tutti i tuoi commensali e renderà il Natale unico ed indimenticabile!

 

Primi piatti

 

La nostra storia ci insegna che i primi piatti a Natale non possono davvero mai mancare. Questo piatto principale, infatti, è nel DNA della nostra tradizione culinaria e non preparare un primo che si rispetti a Natale sarebbe davvero un peccato, quindi, cosa aspetti? I fornelli non si accendono da soli!

 

 

 

Lasagna alla bolognese

 

Come dicevamo l’aperitivo è servito, tra il Danubio salato e il Panettone gastronomico farcito con del buon prosciutto, le regine della tavola di Natale ora possono finalmente entrare in scena. Si, stiamo parlando proprio di loro, le celebri lasagne alla bolognese.

Questa inconfondibile pietra miliare della cucina nostrana ha una storia lunghissima che affonda le sue radici nella tradizione culinaria italiana, nello specifico in quella emiliana.

Le lasagne alla bolognese sono diventate un piatto iconico e apprezzato in tutto il mondo per la sua combinazione di sapori e consistenze. La sua preparazione richiede un po' di olio di gomito, pazienza e cura dei piccoli dettagli, ma il risultato finale sarà sicuramente apprezzato da nonni, zii, familiari e amici. Il ragù bolognese è una salsa a base di carne di manzo, soffritto di carote sedano e cipolle, un pizzico di concentrato di pomodoro, vino rosso e un bel bicchiere di latte. Per un ragù con la r maiuscola è fondamentale avere cura della cottura della carne, che deve cuocere lentamente e per un periodo di tempo che va da un minimo di due ore ad un massimo di quattro ore. Insomma, le cose buone sanno come farsi aspettare e, visto che siamo in tema, possiamo definire le lasagne il Babbo Natale per eccellenza del pranzo natalizio.

La ricetta tradizionale prevede l'uso di sfoglie di pasta all'uovo, ragù bolognese appunto, besciamella e Parmigiano Reggiano DOP. Il formaggio gioca un ruolo fondamentale perché conferisce al piatto un sapore ricco e sapido. Ovviamente, la lasagna, essendo di per sé un piatto che si è consegnato alla storia culinaria prima italiana e poi mondiale, è soggetta a tantissime varianti. Infatti, in alcune regioni italiane, specialmente in quelle meridionali, la scelta degli ingredienti cambia radicalmente. Ad esempio, se la lasagna alla bolognese tradizionale è farcita con ragù di carne e formaggi secchi come il Parmigiano Reggiano DOP, nella bassa Italia, la farcia può essere composta anche da altri ingredienti (salumi, polpette fritte, uova, melanzane fritte e salsicce) e altri tipi di formaggi come la scamorza o la mozzarella. Comunque la si metta, la lasagna porterà il calore e i sapori tradizionali sulla tua tavola natalizia. Abbinala ad un buon vino rosso e goditi questo delizioso piatto con la tua famiglia. Non ci resta che augurarti buon Natale!

 

Secondi piatti

 

Nel giorno del pranzo di Natale i secondi piatti giocano un ruolo fondamentale, soprattutto per quei commensali che li preferiscono al primo piatto. La seconda portata principale è sinonimo di abbondanza, ma anche di attenzione verso l’ospite.

 

 

Gateau di patate

 

A Natale, si sa, oltre ad avere tutti il cuore più grande, certe volte necessitiamo anche di uno stomaco più ampio. Infatti, se l’entrée pregno di salumi e formaggi e la celebre lasagna hanno messo a dura prova il tuo appetito, non farti intimidire, perché non è ancora arrivato il momento di alzare bandiera bianca. Sta arrivando un’altra bomba di gusto ed energia: il fantastico gateau di patate farcito con formaggi e salumi. Questo delizioso pasticcio è composto da patate e salumi vari. I più indicati, ad esempio, potrebbero essere un buon prosciutto cotto, un saporito salame Milano o una profumatissima mortadella. Oltre alle patate, ingrediente base di questo antico pasticcio franco/napoletano e oltre alla scelta di un ottimo salume, è di importanza capitale optare anche per un buon formaggio che vada ad amalgamare tutto il composto. Il formaggio che più di tutti ne esalta il gusto e la consistenza è sicuramente il Grana Padano DOP. Inoltre, il Grana Padano DOP può avere un duplice ruolo all’interno del tuo gateau: non solo amalgamare tutti gli ingredienti utilizzati nella preparazione di questo sformato, ma può anche essere utilizzato insieme al pangrattato sulla superficie per creare una crosticina croccante che renderà il piatto ancora più appetitoso.

 

Il dolce

 

Eccoci arrivati al dolce, la ciliegina sulla torta per un pranzo di Natale che ha tutte le intenzioni di lasciare un bel ricordo nello spirito e nel palato dei tuoi amati ospiti.

 

 

 

 

Cassata siciliana

 

“Pancia mia fatti capanna”, mai parole furono più vere, specialmente nel giorno di Natale. Lascia ancora uno spazietto nel tuo stomaco perché c’è ancora tanto da gustare. Come concludere in grande stile il tuo pranzo di Natale? È semplice, con una dolcissima e sofficissima cassata siciliana. Questa eccellenza gastronomica inizialmente veniva consumata per celebrare la Pasqua, ma da ormai tanti anni è divenuta di consumo comune durante tutto l’anno e in particolar modo nel corso delle festività natalizie. La cassata siciliana richiede lunghi tempi di preparazione, ma non preoccuparti: le tante ore di manodopera che ti occorrono per realizzarla sono direttamente proporzionali alla sua inconfondibile bontà. Infatti, il soffice strato di pan di Spagna e il cuore morbido di ricotta e cioccolato, aromatizzato da zucchero a velo e cannella, ti ripagheranno del duro lavoro richiesto. Il termine cassata deriva dall’antico mondo culinario saraceno, in cui il vocabolo arabo ”quas’at” indica una scodella grande e tonda. Inoltre, la ricchezza dei suoi ingredienti richiama in maniera inequivocabile la tradizione culinaria Saracena che ama combinare sapori e consistenze contrastanti, come la morbidezza della ricotta unita alla croccantezza dei tocchetti di cioccolato. Et voilà, con questo il pranzo di Natale è servito!

 

 

 

video cover
I nostri ultimi consigli
image Antipasti di Natale facili da preparare per cuochi inesperti
Momenti speciali
Antipasti di Natale facili da preparare per cuochi inesperti
Scopri di più
image Idee originali per un pranzo di Natale diverso dal solito
Momenti speciali
Idee originali per un pranzo di Natale diverso dal solito
Scopri di più
image 3 consigli per un menu di Natale semplice
Momenti speciali
3 consigli per un menu di Natale semplice
Scopri di più
image Aperitivo Après-Ski
Tutorial
Aperitivo Après-Ski
Scopri di più